In tendenza

Pachino, la tentazione è “Forza Italia Viva”: Quartarone flirta con i renziani

Potrebbe nascere un patto tra il candidato a sindaco forzista e il gruppo del deputato regionale Cafeo

Corrado Quartarone

Pachino, oramai è noto, è da sempre laboratorio politico. E se Berlusconi e Renzi ci sono andati vicini, vicinissimi, a stringere un patto politico, nella città dell’ “oro rosso” le due forze politiche politiche potrebbero suggellarne uno elettorale, dando vita ad un suggestivo “Forza Italia Viva”.

Oggi, infatti, è il giorno del dialogo tra la coalizione a traino Forza Italia che sosterrà il candidato a sindaco Corrado Quartarone (assieme ad altre due liste civiche) e il gruppo pachinese di Italia Viva. Le bocche sono cucite e non c’è ancora nulla di certo, ma potrebbe scattare la passione in salsa siciliana tra berlusconiani e renziani.

A Pachino i leader del gruppo dell’ex segretario del Partito democratico sono Stefano Dell’Arte e l’ex consigliere comunale Totò Orlando, che hanno già tentato un accordo con i democratici ed i movimenti “Riscriviamo Pachino” e “Pachino Azzurra” di Turi Midolo. L’obiettivo era sostenere la candidatura di Angelo Maione o Nicola Dinatale, un tentativo andato in fumo. “Pachino Azzurra”, legata in un primo momento con Italia Viva, ha preso le distanze dal partito di Renzi schierandosi apertamente col Centrodestra e annunciando il sostegno a Carmela Petralito.

Motivo per cui si sarebbe spezzato il legame elettorale tra Midolo e il deputato regionale Giovanni Cafeo. Così i renziani, rimasti orfani anche di Andrea Iacono dato vicino a Cambiamenti, sono in cerca di una “casa” che li possa accogliere. E la casa potrebbe essere proprio quella dalle pareti azzurre di Forza Italia. Al momento, comunque, è stato solo avviato un confronto e non risultano accordi siglati. Ma le intenzioni per convolare a nozze pare ci siano tutte.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo