Pachino, le ruspe sulla scogliera a Morghella: sequestrati un’area di 600 metri quadri e 2 mezzi meccanici

Secondo le forze dell'ordine intervenute non sarebbero presenti tutte le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento dei lavori

L'area sequestrata in contrada Morghella

Un’area di 600 metri quadri in contrada Morghella e due mezzi meccanici sono stati sequestrati ieri pomeriggio dalla Polizia municipale di Pachino e dalla Guardia costiera di Locamare Portopalo. Per agenti e militari, i lavori in corso sulla scogliera antistante ad un noto lido della località balneare, lungo la strada provinciale che collega Portopalo a Marzamemi, non avrebbero tutte le autorizzazioni necessarie da parte del demanio marittimo regionale.

La vicenda è scoppiata ieri pomeriggio dopo pranzo, quando una donna ha ripreso con il proprio smartphone le ruspe in azione sulla scogliera, segnalando l’accaduto alla capitaneria di porto.

La donna si è accorta dell’escavatore in azione, tra la spiaggia e la scogliera, e si è precipitata sul posto per bloccare i lavori. Dopo uno scontro verbale con l’operatore del mezzo meccanico, l’uomo alla guida della ruspa si è difeso dicendo di avere spostato solo delle pietre, ed eseguire un lavoro per conto di altri.

Dopo pochi minuti sul posto sono piombati gli agenti del comando di polizia municipale di via Mallia e i militari della guardia costiera portopalese. Hanno individuato il commissionario dei lavori e, stando ai primi elementi raccolti, i lavori sulla scogliera non sarebbero stati autorizzati dal demanio marittimo regionale.

Così l’area interessata di 600 metri quadri è stata sottoposta a sequestro, così come i mezzi meccanici che all’arrivo di polizia municipale e guardia costiera erano già spariti dalla scogliera.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo