In tendenza

Pachino, Luca Cannata mette la pace in Fdi: Angelo Luciano confermato commissario

Faranno parte del direttivo Carmelo Orlando e Enzo Laudicino

Angelo Luciano e Alfredo Spiraglia

È arrivato Luca Cannata e ha messo la pace in Fratelli d’Italia. O, quanto meno, è riuscito per il momento a mettere “la polvere sotto al tappeto”. Ieri nella sede di via Magenta di Cambiamenti si è svolto un incontro del gruppo cittadino del partito della Meloni, in presenza del sindaco di Avola, ed è stato confermato commissario di Pachino Angelo Luciano.

Luciano è stato considerato figura di garanzia e di stabilità, in grado di assicurare la stabilità del partito e contenere le tribolazioni pervenute dal gruppo che fa capo ai consiglieri Sebastiano Gabeli e Nuccia Burgaretta e all’assessore Roberto Arangio. Malumori che avrebbero potuto causare danni politici imminenti alla maggioranza. A partire dalla “pressione” nei confronti del sindaco, Carmela Petralito, per consumare un prematuro azzeramento della giunta che avrebbe avuto una duplice valenza: estromettere il vicesindaco, Alfredo Spiraglia e, dunque, sbarazzarsi dei dissidenti di #diventerà Bellissima, e lasciare libera la delega di vicesindaco che sarebbe potuta finire ad uno degli assessori di Fratelli d’Italia.

La linea “intransigente” di Fdi – o meglio di una parte – sarebbe sostenuta anche da qualche esponete di Cambiamenti, a partire dal leader e presidente del Consiglio, Franco Ristuccia, principalmente per l’ “affronto” subito durante la votazione per la presidenza del consiglio. Ma Luca Cannata ha chiesto una tregua e, per il bene della maggioranza, gli “uomini della Meloni” parrebbero decisi a perseguire la via dell’unità. Anche se non tutti ci scommettono. Intanto il circolo del patito si è dotato di un direttivo che comprende, oltre a consiglieri ed assessori e il rinnovato commissario, anche altre figure: Carmelo Orlando, che sarà il tesoriere, ed Enzo Laudcino.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo