Pachino, notte infernale: 8 auto distrutte dal fuoco e una palazzina evacuata

E’ stata danneggiata anche la condotta del metano di un appartamento. I vigili del fuoco hanno lavorato sino alla mattina

Una notte terrificante, quella appena trascorsa, per i residenti dell’isolato tra le vie Nuova e Pellegrino Rossi: 8 auto divorate dal fuoco, dieci abitazioni danneggiate ed una palazzina evacuata per perdite pericolose di gas metano. È accaduto alle 4, ora in cui sono state segnalate le fiamme dai residenti. Ma quando sono cominciati gli interventi di spegnimento, c’erano già 8 auto in fiamme quasi contemporaneamente: due furgoncini Ducato Fiat, una Mercedes Classe C, una Fiat Punto, due Ford Focus e una Opel Astra.

Le fiamme hanno avvolto completamente le autovetture distruggendo integralmente almeno 5, le alte tre sono rimaste danneggiate. Ma le lingue di fuoco non hanno risparmiato le facciate delle case, le tapparelle e anche la conduttura del gas metano nella palazzina ad angolo tra via Nuova e Rossi. Durante la notte è stata evacuata la famiglia che ci abitava, per le pericolose perdite dalla tubatura distrutta. Un’altra famiglia è rimasta bloccata dentro casa, a causa dell’intensità del rogo dinnanzi al portone d’ingresso.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Noto, che hanno lavorato incessantemente per più di 4 ore per domare le fiamme. Sono intervenuti anche i tecnici della società che gestisce la condotta del metano, per riparare le condutture de gas distrutte durante il rogo. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della stazione di via Maucini, guidati dal maresciallo Andrea De Meis, che hanno raccolto elementi sul posto per tentare di ricostruire la terrificante nottata di fuoco. Dai primi indizi che emergono, non solo l’incendio pare di origine dolosa ma ci sarebbe stato l’intento di distruggere contemporaneamente tutte le autovetture dell’isolato. Su questo pare stiano puntando gli investigatori. Ma è ancora troppo presto per le certezze, di sicuro i militari dell’Arma tenteranno di dare un nome e un volto all’autore del rogo devastante.  


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo