In tendenza

Pachino, nuove grane per l’amministrazione: si rischia un nuovo azzeramento della Giunta

Il sindaco Carmela Petralito si sarebbe dimessa dalla presidenza di Cambiamenti

Che sia un’amministrazione comunale nata sotto il segno dello scontro è ormai un dato acclarato. Infatti, a trenta giorni dalla nomina del secondo esecutivo comunale – avvenuto a soli tre mesi dalle elezioni -, c’è il rischio di un nuovo azzeramento della giunta. A chiederlo sarebbero stati gli esponenti di Cambiamenti, guidati dal leader, Franco Ristuccia, presidente dell’aula consiliare di via XXV Luglio. L’obiettivo di Ristuccia & co sarebbe quello di incassare le dimissioni dell’assessore Giuseppe Campo, oltretutto esponente di Cambiamenti, per uno scontro politico avvenuto in seno al movimento culminato con diversità di vedute sull’attività amministrativa.
Dimissioni che non sono arrivate per cui è stato chiesto al sindaco, Carmela Petralito, di azzerare ancora una volta l’esecutivo.

Ma il sindaco questa volta ha detto “no”, rifiutando anche l’ipotesi di dimissioni in blocco degli assessori. L’ennesimo grattacapo sostanzialmente nato da quella frattura tra Carmela Petralito e il suo (ex) movimento politico che sembra oramai insanabile. Al punto che la stessa si sarebbe dimessa dalla presidenza di Cambiamenti, passata nelle mani di Carlo Bartolo. Anche se ancora la notizia non è stata resa ufficiale, perché gli esponenti del movimento aspettano che i tempi siano maturi (e migliori). Alla base delle incomprensioni ci sarebbe uno scollamento dal gruppo politico, da parte del sindaco, ma non solo: anche con i consiglieri di Cambiamenti si sarebbe interrotto il dialogo. Ecco che durante lo scorso fine settimana è scoppiata l’ennesima scaramuccia e a farne le spese avrebbe potuto essere l’assessore Campo.

Spettatori d’eccezione della lite intestina tra Cambiamenti e il “suo” sindaco il gruppo di #diventerà Bellissima, l’unico che al momento sembra allineato e coperto e disponibile ad accettare l’ennesimo azzeramento con l’obiettivo non solo di confermare il sostengo al sindaco, ma anche di far rientrare in gioco (e in Giunta) Fratelli d’Italia, prima compagine politica pachinese rimasta ai margini di questa maggioranza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo