Pachino, nuovo bando del GalEloro per il settore turistico: fondi per 300 mila euro

L’obiettivo sarà di contribuire alla diversificazione e alla destagionalizzazione, alla conservazione del paesaggio e alla promozione delle tipicità locali

Contribuire alla diversificazione e alla destagionalizzazione dell’offerta turistica, alla conservazione del paesaggio e alla promozione delle tipicità locali. Questi gli obiettivi del nuovo bando del GalEloro, il terzo, relativo all’azione “Infrastrutture turistiche su piccola scala” del Piano di Azione Locale “Eloro 2020”.

I comuni coinvolti sono sempre quelli di Avola, Noto, Pachino, Portopalo di Capo Passero e Rosolini e saranno ammissibili a finanziamento investimenti per la realizzazione, ammodernamento e riqualificazione di piccole infrastrutture ricreative e turistiche, comprese quelle destinate a fornire servizi di informazione turistica, ed interventi per la creazione e sistemazione di itinerari turistici e ricreativi, come sentieri all’interno di aree naturali o borghi storici.

L’operazione dispone di una dotazione finanziaria complessiva di 300 mila euro e prevede di erogare, per ciascuna iniziativa progettuale, un contributo massimo di 100 mila euro. Nel caso in cui si concretizzi un’attività di tipo non economico, a finalità pubblica e senza scopo di lucro, il sostegno sarà pari al 100 per cento della spesa ammessa. Qualora invece la proposta progettuale preveda la realizzazione di un’attività di tipo economico l’aiuto erogato sarà pari al 75 per cento.

Sulla presentazione delle istanze non ci sono ancora date certe. L’obiettivo – afferma il presidente Iano Dell’Albani – è sostenere ed incentivare il turismo culturale e supportare lo sviluppo del turismo ambientale ed ecologico”.

L’azione ha una valenza strategica cruciale per il comprensorio – conferma il direttore Sergio Campanella – poiché punta a rafforzare il processo di diversificazione delle attività economiche delle aziende agricole nella direzione a maggior vocazione locale del settore turistico, con l’obiettivo di creare nuove sinergie tra tale settore e quelli dell’agricoltura, dell’agroalimentare e dell’artigianato. L’azione promuove, al contempo, l’implementazione di interventi di marketing territoriale che permettano di valorizzare al meglio prodotti tipici e tradizioni locali”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo