Pachino, Reddito di cittadinanza: 43 percettori saranno impiegati dal Comune

Sono 106 in città coloro che ne beneficiano

Strano impiegati nello svolgimento di servizi comunali 43 dei 106 percettori del Reddito di cittadinanza a Pachino. Nell’ambito dei Patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, infatti, i beneficiari del reddito di cittadinanza saranno coinvolti nei Puc, i Progetti utili alla collettività, e lo faranno nel Comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16.

La commissione straordinaria che regge l’ente municipale ha già programmato 9 tipologie differenti di progetti, per impiegare i rdc, riferiti a specifici settori e servizi per un anno intero. Questi i progetti: “Bibliotecando”, nel settore Pubblica istruzione, destinato a 5 lavoratori per 16 ore settimanali, “Diamo vita al centro”, negli uffici Servizi sociali, per 2 lavoratori a 16 ore settimanali. “Messi In-Formazione”, ufficio Entrate e Tributi per 2 persone per 16 ore settimanali, “Riacquistaimo al mercato”, ufficio Commercio ed Entrate per 2 persone per 16 ore settimanali, “Con-Tributi alla comunità”, ufficio Entrate e Tributi per 2 persone per 16 ore settimanali. “Job point”, ufficio Tecnico per 6 lavoratori per 16 ore settimanali, “Pachino in verde”, ufficio Territorio ed Ambiente per 12 partecipanti a 16 ore settimanali, “Supporto al tecnico”, per 6 partecipanti a 16 ore settimanali e “Io non rischio” per 6 lavoratori a 16 ore settimanali”.

Oltre a un obbligo – ha spiegato la sovrintendente comunale, Gianna Licitra – i Puc rappresentano un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività: i progetti, infatti, saranno strutturati in coerenza con le competenze professionali del beneficiario, con quelle acquisite anche in altri contesti ed in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso dei colloqui sostenuti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo