In tendenza

Pachino, regolamento Asacom e servizio mensa: Ricupero pungola l’amministrazione

Il consigliere di opposizione critico per il fatto che il regolamento non sia presente nella convocazione prevista per il prossimo 29 settembre

L’assenza del mancato inserimento dell’approvazione del regolamento Asacom manda su tutte le furie il consigliere comunale di Pachino, Emiliano Ricupero. Il 29 settembre prossimo, infatti, il civico consesso sarà nuovamente riunito per approvare tra le altre cose il Piano di Protezione Civile, il bilancio di previsione provvisorio 2022 e il Regolamento edilizio unico. Ma non il regolamento Asacom.

Ad aprile fu istituita una commissione straordinaria per il servizio, della quale faceva parte anche il consigliere del gruppo progressista. “Ai primi di agosto – ricorda Ricupero – viene convocata dopo mesi di silenzio l’ultima seduta della commissione nel corso della quale noi consiglieri di opposizione dinanzi ad una mancanza di proposta dell’amministrazione suggeriamo di votare il regolamento dell’assessore ai servizi sociali già a quei tempi dimissionario, nonostante quel regolamento fosse stato da noi bocciato insieme ad alcuni consiglieri di maggioranza in prima istanza, lo proponiamo comunque, non perchè ci siamo ricreduti, ma per il bene dei bimbi e delle loro famiglie.”

Il regolamento viene quindi messo ai voti ma bocciato, “perchè i consiglieri di maggioranza, guidati dall’attuale assessore alla pubblica istruzione Salvatore Avolese – spiega –  presentano un regolamento non ancora completo ed al quale dovevano essere apportate delle modifiche, prima di ricevere una successiva approvazione“.

La speranza di Ricupero era quindi che al primo Consiglio comunale utile questo regolamento potesse approdare per essere messo ai voti, “ma cosa che nessuno ancora sa è se questo regolamento sia mai stato completato, e se sì quando ne verrà consegnata una copia a noi consiglieri per esserne messi a conoscenza e decidere se è il caso o meno di approvarlo? Ci tengo a sottolineare che il servizio Asacom può comunque essere erogato anche senza l’approvazione del regolamento, è una opzione che a norma di legge può essere intrapresa e che già prima , mi riferisco al passato anno scolastico, se ci fosse stata la volontà da parte di questa inadatta amministrazione di rendere fruibile il servizio a chi ne necessitava avrebbe potuto giudiziosamente elargirlo.”

Il consigliere di opposizione si concentra anche sulla refezione scolastica, annunciando di aver presentato accesso agli atti. “Ho anche preteso di fare un sopralluogo nei locali della mensa – conclude Ricupero – e sembra che nulla più impedisca l’indire una gara d’appalto per il servizio, ma oggi dobbiamo farlo, non a Natale o a Pasqua , i bambini ne hanno bisogno ora.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo