Pachino, rete idrica colabrodo: partono gli interventi di sistemazione

Almeno dieci le grosse perdite d’acqua segnalate in città nelle ultime settimane

Una perdita in via Rubera

Strade allagate, nella migliore delle ipotesi, e anche qualche scantinato pieno d’acqua. Da qualche giorno in città è emergenza perdite di una rete idrica comunale sempre più simile ad un colabrodo. Ogni giorno si aggiunge una falla alla condotta e le riparazioni sono andate a rilento. Con la conseguenza di grosse perdite d’acqua e notevoli disagi. Almeno dieci le zone in città in cui i cittadini hanno segnalato problemi alla rete idrica: nelle vie Rubera, proprio davanti al plesso scolastico, Fronte, Tommaseo, Campisi, Gorizia, La Marmora, Cappellini, Mazzini e anche in zona Tre Colli. Giovedì, comunque, è stato annunciato l’avvio degli interventi di riparazione.

Via Tommaseo

Il problema principale è stato il periodo di transizione tra la fine del contratto della ditta che gestiva il servizio idrico e fognario e i prossimi accordi quadro previsti dalla Commissione straordinaria. “Nel frattempo – ha dichiarato il Sovraordinato comunale Nino Rosano – abbiamo previsto una serie di interventi per gestire le urgenze nel miglior modo possibile, tenendo conto la grave situazione finanziaria dell’ente. Ma sotto il profilo tecnico è già tutto programmato ed entro questa settimana tutte le perdite saranno riparate”. 

Sostanzialmente, molti degli interventi che avrebbero dovuto essere fatti con una certa rapidità hanno trovato difficoltà dovute ai noti problemi di cassa dell’ente, soprattutto a seguito della dichiarazione di dissesto finanziario. 

A questo periodo di transizione con la programmazione delle somme urgenze seguirà una nuova gestione con gli accordi quadro, per la rete idrica e anche per quella fognaria. “Ma l’obiettivo – ha continuato l’architetto Rosano – per risolvere il problema in via definita è il project financing che, chiaramente, prevede tempi più lunghi”. Riguardo alle perdite, l’ufficio Idrico invita la cittadinanza a segnarle agli appositi numeri telefonici dedicati al servizio: 0931 803 313/  329 3668744.  

 

sedi


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo