In tendenza

Pachino, si è conclusa la XXV rassegna organizzata da Teatro Giovane, eletto il nuovo direttivo

La serata si è conclusa con la consegna di una targa di ringraziamento attraverso cui l'associazione ha conferito a Sebastiano Cimino il riconoscimento di socio benemerito

Si è conclusa la XXV rassegna organizzata da Teatro Giovane. È stata la prima rassegna dopo il periodo pandemico con cui l’associazione ha voluto ripagare gli abbonati, scegliendo lavori di pregiata manifattura, attraverso cui ha voluto trasmettere leggerezza e serenità, ricreando quel clima di socialità che solo il teatro riesce a donare.

Durante l’ultima serata, l’associazione ha voluto ringraziare Sebastiano Cimino per la passione attraverso cui ha diretto e presieduto la compagnia sino ad oggi. Qualche ora prima l’assemblea aveva eletto il nuovo direttivo, composto da Mariaelena sciré, Carmen Santacroce, Margherita Rocchetti, Mariella Cugno, Fabio Guarino, Pietro Selvaggio, Katia Cicciarella, Luca Giliberto, Sebastiano Cimino, il presidente Vitaliano Dilorenzo ed il vicepresidente Salvo Avolese.

Queste le parole con cui il nuovo presidente ha voluto omaggiare Sebastiano Cimino: “Teatro giovane è l’associazione più longeva di Pachino. E questo non solo perché il teatro è una forma di comunicazione e di socialità senza tempo, e che nonostante le difficoltà degli ultimi anni non è mai morta, (c’hanno provato ad assassinarla ma ha resistito!), ma soprattutto per il lavoro esemplare di un uomo senza il quale non è stato possibile e non sarà possibile immaginare il teatro in città: Sebastiano Cimino. Pachino deve tanto a Cimino. È un maestro, un amico fraterno per tutti noi che siamo cresciuti sul palcoscenico di Teatro giovane. È una persona che quando la conosci, ti cambia la vita. E credo di poter interpretare con queste parole il sentimento di ogni socio nei confronti del nostro capocomico, del nostro regista, del teatrante per eccellenza, così come Camilleri intendeva i teatranti, uomini che ad ogni passo profumano di teatro, che è pathos, emozione, vita”.

Nel corso dell’ultima serata della rassegna, Cimino ha ripercorso la storia dell’associazione attraverso la riproposizione di alcuni monologhi e dialoghi delle Pieces più rappresentative della compagnia. La serata si è conclusa con la consegna di una targa di ringraziamento attraverso cui l’associazione ha conferito a Sebastiano Cimino il riconoscimento di socio benemerito.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo