Pachino, Stipendi e canoni rifiuti, un documento per dare il via libera all’anticipazione di cassa

I comunali attendono 6 mensilità, gli operatori ecologici 5

I dipendenti ieri all'ex cinema Diana

Un documento che attesti il trasferimento dei fondi del decreto Rilancio, anche se ancora non avvenuto, che possa consentire alla Commissione straordinaria di chiedere alla tesoreria comunale una anticipazione immediata di denaro. È fervida attesa tra i comunali, e tra i dipendenti della Dusty, che non percepiscono stipendi rispettivamente da 6 e 5 mesi. E se gli operatori ecologici sono da 5 giorni a digiuno per protesta, martedì 13 ottobre toccherà agli impiegati comunali incrociare le braccia, per via della giornata di sciopero proclamato dai sindacati. Intanto ieri pomeriggio la Commissione ha voluto incontrare i municipali all’ex cinema Diana (in realtà hanno partecipato solo in 25 su 130 all’incontro).

Aspettiamo con ansia l’adozione di questo decreto – ha dichiarato Carmelo Musolino, coordinatore della Commissione straordinaria – che ci consentirà di coprire questo arco temporale immediato. Nel frattempo che il lavoro fato sui tributi possa avere un ritorno che speriamo possa essere duraturo. Ci auguriamo di poter avere quanto meno un documento provvisorio che ci consenta di attingere ad una anticipazione immediata”.

Riguardo allo sciopero della fame e alle proteste degli operatori ecologici, che aspettano da 5 mesi lo stipendio, la Commissione ha avuto un confronto con la ditta Dusty, che gestisce la raccolta in città.

Ho parlato con la titolare della ditta – ha continuato Musolino – a cui ho spiegato l’attività svolta per avere una situazione a regime del problema e un aiuto straordinario. Mi auguro che questa trasparenza e il coinvolgimento con cui stiamo operando sia utile a far comprendere che l’impegno è massimo. Quindi non serve richiamare l’attenzione, ma avere ancora quel minimo di pazienza necessaria a concretizzare queste attività, che son nate diversi mesi fa e siamo in attesa di vederne i risultati”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo