In tendenza

Pachino, terremoto nel PD: si dimette il segretario Dilorenzo: “Pochezza umana e squallide strategie di potere”

Era stato eletto a giugno del 2020

Vitaliano Dilorenzo nel momento dell'elezione

Ad appena un anno di distanza dal giorno della sua elezione a segretario cittadino del Pd, Vitaliano Dilorenzo ha rassegnato le proprie dimissioni. E non senza sbattere la porta. “Mi sono trovato – sono le parole amare di Dilorenzo – di fronte ad un panorama politico cittadino fatto di pochezza umana e di squallide strategie di potere”.

Dilorenzo, 33 anni, era succeduto ad una triade alla guida del circolo dei democratici formata da Totò Caccamo, Sebastiano Ferrara e Nino Campisi (poi transitato a Italia Viva).
Ho cercato di dare sostanza ad una manovra politica che potesse dare una nuova forma ad un partito, il PD, – ha continuato l’ormai ex segretario – che ha subito una ingiustizia profonda che ha lacerato l’onore delle persone coinvolte”.

Lo scioglimento per tentativi di infiltrazione del consiglio comunale nel 2019, un commissariamento e le elezioni amministrative che sono già slittate due volte per l’emergenza sanitaria: un quadro logorante, fatto di incontri e scontri, interni ed esterni, per tentare di mettere in piedi una colazione in grado di prendere parte alla competizione elettorale. Non sono stati facili gli ultimi mesi, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il diktat del partito a livello regionale e provinciale, che hanno spinto il circolo verso una alleanza col Movimento 5 Stelle che all’inizio i democratici non volevano e, adesso, a non volerla sono i pentastellati.

Con spirito di responsabilità verso la comunità politica che ho avuto l’onore di rappresentare – ha concluso Dilorenzo – ho deciso di interrompere, nonostante il momento delicato, questo percorso che richiede pazienza, attenzione e totale dedizione. Ringrazio chi mi è stato accanto. Per cambiare questo paese è necessaria una qualità umana che purtroppo è rara e quasi inesistente”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo