Pachino, un altro insegnante positivo al Covid19: chiusa per 2 giorni la scuola di via Rubera

Fondi del Governo per l’emergenza sanitaria: a Pachino 115 mila euro a Portopalo 16 mila euro

Un altro insegnante è risultato positivo al Covid19 ed è stata disposta nuovamente la chiusura per 2 giorni del plesso di via Rubera, che ospita classi degli istituti comprensivi “Pellico” e “Brancati”. A deciderlo è stata la commissione straordinaria comunale, vista la grave situazione venutasi a creare a causa di un ulteriore caso di docente  risultato positivo al tampone antigenico rapido. L’insegnante è asintomatico e sarà sottoposto a tampone molecolare.

I dati emersi dalla campagna di screening in drive-in per il covid19, che si è svolta ieri nella struttura sanitaria di contrada Cozzi, sono 642 tamponi di cui 6 persone debolmente positive.

Si tratta quindi di una decisione assunta nell’esclusivo interesse di tutelare la salute pubblica – hanno dichiarato i commissari straordinari, Carmelo Musolino, Rosanna Mallemi e Vincenzo Lo Fermo – , specie le fasce più deboli, ma nella consapevolezza che bisogna tenere sempre alta l’attenzione, rinnoviamo l’invito alla cittadinanza ad assumere atteggiamenti responsabili per il bene di tutti perché la diffusione del virus dipende molto dai nostri comportamenti quotidiani.

Intanto dal Governo nazionale sono in arrivo 115 mila euro a Pachino e 16 mila euro a Portopalo, come acconto per il ristoro delle minori entrate e delle maggiori spese affrontate dagli enti locali a causa dell’emergenza sanitaria ed economica in atto. Ad annunciare il provvedimento è stato il parlamentare del Movimento 5 Stelle, Filippo Scerra.

Siamo certi che non possano esistere somme bastevoli per sopperire a tutte le criticità fatte emergere dall’emergenza sanitaria – dice il parlamentare nazionale –, ma per quanto possibile il Governo nazionale e il M5S stanno provando a venire incontro alle esigenze di comuni e province, per garantire servizi essenziali alla cittadinanza e contribuire a migliorare la qualità della vita”. Le somme stanziate per i comuni, sono frutto di un calcolo su tre fattori: la popolazione al 31 dicembre 2017, la quota di maggiore spesa sociale e la quota di maggiore spesa per servizi connessi al trasporto pubblico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo