In tendenza

Pachino, un altro “taglio” ai settori comunali: passano da 7 a 6

È cambiata la struttura burocratica dell’ente, che prevede più settori accorpati

Con il collocamento a riposo di Maurizio Veletta è stato cancellato quello che era il quinto settore comunale “Entrate” e accorpato al III “Servizi finanziari, Personale” guidato da Vincenzo Blundo. Continua la “cura dimagrante” per i vertici burocratici dell’ente municipale: sono passati da 7 a 6. A poche settimane dall’insediamento (nel 2019) la Commissione straordinaria che regge l’ente municipale, formata da Carmelo Musolino, Rosanna Mallemi e Vincenzo Lo Fermo, aveva già tagliato ben 4 settori (erano 11) e dopo due anni sono stati ridotti ulteriormente di un altro.

A spingere la Commissione a un ulteriore taglio, oltre l’obiettivo di razionalizzare le spese dell’ente, anche la scarsa disponibilità di risorse con i requisiti necessari in senso all’ente. Così i settori (e i responsabili nominati fino al 30 giugno) saranno:

Mariano Tusa per il Primo settore “Affari generali, Servizi sociali, Pubblica istruzione, Sport, Turismo”;

Vincenza Bruno gestirà il Secondo settore “Servizi demografici, Elettorale e Legale”;

A capo del Terzo settore ci sarà Vincenzo Blundo, che gestirà “Servizi finanziari, Personale ed Entrate”;

Responsabile del Quarto settore “Lavori pubblici e Urbanistica” sarà Corrado Malandrino;

Carmelo Orlando guiderà il Quinto settore “Territorio e Patrimonio”;

Enzo Giuliano sarà responsabile del Sesto settore “Polizia municipale”.

Tra le novità di rilievo i servizio “Anagrafe canina e Sanità” è transitato dal settore “Polizia municipale” a “Territorio e Patrimonio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo