Pachino, vandalizzata la staccionata di porto Fossa a Marzamemi

L’opera, costata 18 mila euro, è stata realizzata lo scorso luglio

La staccionata abbattuta a porto Fossa

E’ durata poco più di 6 mesi la staccionata di porto Fossa a Marzamemi. Ieri mattina la parte laterale, quella dalla parte del molo inagibile, è stata buttata a terra. Per i tecnici comunali, che hanno effettuato un sopralluogo, si tratta di un atto vandalico messo a segno durante la notte precedente. E non è il primo: già durante il periodo di costruzione la staccionata è stata presa di mira dai vandali.

I lavori della staccionata, costati 18 mila euro, sono iniziati lo scorso luglio, a due anni di distanza dalla progettazione, avvenuta nel 2018 durante l’amministrazione guidata dall’ex sindaco, Roberto Bruno, a causa di un periodo di stallo del progetto per rinuncia della ditta affidataria. La Commissione straordinaria che regge l’ente municipale ha deciso di portarne avanti la realizzazione e il responsabile del settore Lavori pubblici la scorsa primavera aveva avviato un nuovo iter per affidare i lavori ad nuova impresa. Così all’inizio dell’estate l’opera di 500 metri attorno all’area demaniale di Porto Fossa, alla fine di viale Paolo Calleri, era stata completata.

E rispetto agli altri anni l’area in questione non è stata utilizzata come parcheggio abusivo o zona di sosta per camper e roulotte, con tutte le conseguenze del caso legate all’abbandono indiscriminato di rifiuti.

Nei prossimi giorni è previsto un intervento di ripristino.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo