Portopalo, Emergenza Coronavirus e strade interrotte. Prospettiva scrive al Prefetto: “Potenziare i soccorsi sanitari”

I consiglieri comunali chiedono un’altra ambulanza per la zona sud

Il potenziamento del presidio sanitario di Pachino o l’assegnazione di una postazione del 118 a Portopalo”. Hanno scritto al prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto, e al presidente della Regione, Nello Musumeci, i consiglieri comunali di Prospettiva, per chiedere un potenziamento urgente dei soccorsi sanitari in una zona che, oltre all’emergenza dovuta al Coronavirus, deve pagare lo scotto di due strade chiuse al traffico veicolare per lavori: quella per Noto e quella per Ispica. Due importanti arterie che isolano Pachino e Portopalo dal resto della Regione.

Preso atto dell’emergenza sanitaria che ci troviamo a fronteggiare in questo momento storico – hanno dichiarato Mary Lupo, Corrado Scrofano, Paolo Campisi, Paolo Giuliano, Elisea Santocono e Giorgio Chiaramida – riteniamo sia necessario potenziare il Pta (Presidio territoriale di assistenza) di Pachino, al momento deficitario, per la presenza di una sola ambulanza che copre le emergenze dei comuni di Pachino, Marzamemi e Portopalo una comunità di 27 mila abitanti. O assegnare una postazione del 118 a Portopalo. Tale provvedimento dovrebbe essere segno di responsabilità e di vicinanza a chi vive nei territori come il nostro spesso deficitari, come oggi, in materia di infrastrutture e di sanità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo