Portopalo, i lavori contro il dissesto idrogeologico sulla scogliera: salterà il terzo lotto

Il consigliere Mirarchi: “Salvaguardare la grotta sarebbe un buon risultato”.

I lavori nella scogliera

L’intervento è necessario per garantire la sicurezza, contro una avanzante erosione costiera, ma i cittadini chiedono anche il rispetto dell’area dal punto di vista naturalistico e storico. Così i lavori finiranno con il completamento del secondo lotto e non verrà cominciato il terzo, per salvaguardare la grotta “conca lonca”.

Hanno suscitato non poche polemiche i lavori contro il dissesto geologico di Scalo Mandrie, di fronte alle vecchie Casuzze dei pescatori.

L’intervento di ripristino e stabilizzazione, finanziato dalla Regione per 350 mila euro, prevede la creazione di una scogliera che si deve integrare con quella esistente e la creazione di un nuovo passaggio per raggiungere il litorale.

Durante i lavori, però, avviati poco prima del lockdown, pare si sia ritrovati dinnanzi a situazioni non previste.

Per ben due volte – ha raccontato il sindaco, Gaetano Montoneri – sono stati bloccati i lavori al fine di salvaguardare le aree storiche del nostro paese, si è attuata una perizia di variante per proteggere la “conca lonca”, verrà creato una sorta di lungomare per passeggiare, si sono fatti più sopralluoghi con il direttore dei lavori ed il geologo. Abbiamo vagliato con molta attenzione la situazione sin dal primo giorno e continueremo a farlo”.

A seguito dell’infuriare delle polemiche ieri l’amministrazione ha incontrato una rappresentanza di cittadini e associazioni, per fare il punto della situazione sui lavori di consolidamento.

Dopo vari scambi di opinioni e valutazioni tecniche – ha raccontato il consigliere Giuseppe Mirarchi – è stato deciso di non effettuare ulteriori interventi sulla scogliera: ci si fermerà al secondo lotto e non sarà realizzato il terzo”.

Dunque occorrerà una variante al progetto che potrebbe essere pronta nel giro di due settimane.

“Salvaguardare la grotta – ha continuato Mirarchi – sarebbe un buon risultato”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo