Portopalo, il paese è blindato e i posti di blocco li fa il sindaco Montoneri: “tolleranza zero”

Il primo cittadino: “momento cruciale, limitate anche gli spostamenti necessari”

Il sindaco Montoneri in uno dei posti di blocco

State a casa, e limitate anche gli spostamenti necessari”. Da più di due settimane Gaetano Montoneri non si da pace: questa è una guerra che, non solo da primo cittadino ma soprattutto da medico, sente sua. E vuole vincere. Non sono bastati gli immediati interventi di sanificazione del centro abitato e delle zone sensibili (Portopalo è stato il primo paese siciliano a praticarli), non sono bastate le mascherine artigianali fatte realizzare e distribuite. E nemmeno i continui appelli, sui social e con mezzi tradizionali come la bandizzazione. Ha chiuso anche il paese dai tre ingressi: via Maucini, via Tonnara e la provinciale per Pachino. E da ieri si è pure messo a fare i posti di blocco assieme alle forze dell’ordine. “Ci troviamo nella fase più acuta del contagio – ha dichiarato il sindaco Montoneri – state a casa e non uscite. Siamo in giro per tutelare tutta la nostra comunità”.

Il sindaco, che si è messo a disposizione della comunità pachinese contribuendo all’azione di contrasto della diffusione del virus anche a Pachino, ha lanciato un appello ai cittadini chiedendo di incentivare l’utilizzo del servizio a domicilio per la spesa o fare una spesa più abbondante per evitare di recarsi ogni giorno al supermercato.

Ho anche chiesto ai miei colleghi medici – ha continuato Gaetano Montoneri – di prescrivere un quantitativo maggiori di farmaci. E anche di tenere i telefoni accesi: in questo momento è importante anche il conforto di una voce all’altro capo del cellulare. Ma invito tutti a stare tranquilli e mantenere la calma. Inoltre stiamo anche attivando un servizio di supporto psicologico gratuito a chi avrà bisogno di consulenze”.

Niente corsetta, niente cani al guinzaglio per il paese, niente ingressi ed uscite dal paese senza gravissimi motivi. E attività chiuse la domenica, tranne farmacie e parafarmacie. “Tolleranza zero – è il rimprovero del sindaco Montoneri – lo facciamo per la salute di tutti. Chi verrà sorpreso a violare il decreto sarà sanzionato. Ringrazio tutti coloro che stanno contribuendo a portare avanti questa dura battaglia: volontari, assessori, consiglieri, forze dell’ordine, la diocesi, l’Asp. Insieme possiamo farcela”. 

Montoneri ha anche annunciato che il cantiere della strada provinciale Pachino-Noto, sta continuando per collegare la sp19 allo svincolo di Noto tramite la bretella. “In deroga al nuovo decreto – ha proseguito il sindaco Montoneri – che prevede l’interruzione di tutti i cantieri, quello della sp19 continuerà poiché l’arteria è considerato strategica e fondamentale per le emergenze dovute al diffondersi del Coronavirus”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo