Portopalo, in fiamme il parco archeologico

Non ci sono stati danni alla struttura né alle abitazioni limitrofe

In fiamme il parco archeologico di contrada Cicogna. Stamattina alle 11 sono divampate le fiamme in tutta l’area che, fortunatamente, era stata diserbata pochi giorni prima dai volontari dell’Ipf. Non ci sono stati danni alla struttura presente all’intento del parco, e nemmeno alle abitazioni limitrofo grazie all’intervento dei vigili del fuoco di Noto.

In fiamme solo sterpaglie – ha dichiarato il sindaco, Gaetano Montoneri – è stato scongiurato il peggio grazie all’arrivo dei vigili del fuoco. Mi sono recato sul posto assieme all’assessore Giuseppina Caschetto e al comandante della polizia municipale Paolo Lentinello per verificare la condizione dei luoghi e per fortuna i danni sono stati limitati. Mi tocca ancora una volta constatare che questo parco continua ad essere vittima dei teppisti e lo considero un fatto vergognoso”.

Il parco archeologico di contrada Cicogna, infatti, a poco più di un decennio dall’inaugurazione è praticamente inesistente e vittima di una lunga serie di atti vandalici: i cavi dell’illuminazione rubati, le panchine in pietra divelte, la piccola struttura danneggiata. “Abbiamo un progetto di riqualificazione – ha continuato Montoneri – e attendiamo solo la valutazione da parte della Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa”.

Il primo cittadino ricorda che è stata emanata una ordinanza che impone i proprietari dei fondi incolti di provvedere alla pulizia dal 10 giugno. “Saranno fatti accurati controlli – ha annunciato il sindaco.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo