In tendenza

Portopalo, le Caretta caretta nascono a anche Scalo Mandrie

Tante le schiuse registrate in provincia: anche nelle spiagge di Noto ed Avola

Stupore ed emozione tra i bagnanti per lo spettacolo della vita: 5 schiuse di Caretta caretta sono state registrate bella settimana di Ferragosto nel Siracusano. L’ultima martedì sera, nella spiaggia di San Lorenzo a Noto e prima ancora la spiaggia di Reitani, sempre a Noto,  e le altre a Scalo Mandrie a Portopalo, e nelle spiagge di Pantanello e Gallina ad Avola. E qualche giorno prima anche all’Isola delle Correnti, sempre a Portopalo.

Il numero di nidificazioni e di schiuse – ha commentato Oleana Olga Prato, operatrice del progetto tartarughe Wwf Italia e di Life euroturtles – sono aumentate vertiginosamente, sia in Sicilia che nel resto dell’Italia. Sicuramente c’è stato un lavoro di sensibilizzazione di bagnanti e gestori dei lidi, ma altre cause sono anche il cambiamento climatico che spinge le tartarughe marine a riprodursi e anche il lockdown può avere favorito l’avvicinamento delle Caretta caretta alla costa che, indisturbate, sono riuscite a studiare i posti in cui riprodursi”. 

Durante il periodo estivo sono 9 le schiuse registrate nel Siracusano e 15 in tutto il territorio regionale: 3 nel Ragusano, nella spiaggia Randello a Santa Croce Camerina, una a Vaccarizzo a Catania, 1 a Brolo, nel Messinese ed una nell’isola di Linosa, in provincia di Agrigento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo