Portopalo, le scritte sui muri contro Montoneri: “Gesto vile, ma non mi arrendo”

Stanno indagando i carabinieri

Le scritte a Scalo Mandrie

Un gesto vile, che mi amareggia ma non mi abbatte”. Sono le parole del sindaco, Gaetano Montoneri, all’indomani dell’increscioso episodio delle scritte ingiuriose sui muri contro il sindaco e l’amministrazione, apparse ieri mattina per le vie del paese.

Le scritte, apparsa da via Bellini a Terrazza dei due mari e tempestivamente state coperte dagli operai del Comune, potrebbero essere reazioni alle vicende politiche delle ultime due settimane. “Considero vergognoso – ha dichiarato Montoneri – tentare di buttare fango ad una famiglia. È una cosa ingiusta”.

Ieri stesso il primo cittadino si è recato alla stazione dei carabinieri per denunciare quanto accaduto, e al momento gli autori sono ignoti. “Chiedo aiuto ai miei concittadini – ha continuato il sindaco – se qualcuno ha visto lo faccia sapere, anche in forma anonima. È un gesto ignobile. Io sono pronto ad affrontare chiunque: se non ho accontentato qualcuno, o mi sono comportato male, sono disposto ad ascoltare tutti. Certamente continuerò la mia missione, che è quella di gestire il mio comune nel momento della difficoltà”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo