Portopalo, l’ex sindaco Mirarchi: “il resort sull’isola di Capo Passero opera straordinaria”

Uno scontro giudiziaria che dura già da 3 anni

Settembre 2019,la manifestazione di Legambiente contro il resort

Un’opera bellissima che scriverà una pagina importante nel dare lavoro a maestranze disoccupate”. Sono le parole dell’ex sindaco, Giuseppe Mirarchi, attuale consigliere comunale di opposizione, all’indomani del via libera da parte del Cga ai lavori del progetto del resort sull’isola di Capo Passero. Lo scorso 14 ottobre il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo ha praticamente ripristinato la validità del parere favorevole condizionato rilasciato dalla Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa nel 2017 e il progetto di realizzazione del resort sull’isola di Capo Passero, a Portopalo, potrà andare avanti. Il Cga palermitano si è pronunciato definitivamente sull’appello dell’assessorato regionale Beni culturali: in parte lo ha respinto e in parte lo ha dichiarato inammissibile, confermando quanto stabilito dal Tar di Catania.

Il Cga di Palermo – ha dichiarato Mirarchi – ha sconfessato in pieno sia l’assessorato regionale Beni Culturali e Identità Siciliana, che Legambiente e Italia Nostra onlus. Il progetto, del valore di 25 milioni  di euro, era stato condiviso dalla mia amministrazione”.

La sentenza del Cga ha confermato quanto stabilito dal Tar di Catania a settembre del 2019 dando, così, il via libera alla realizzazione del progetto di ristrutturazione e rifunzionalizzazione della tonnara di Capo Passero e degli stabili a rimessaggio barche, con cambio di destinazione d’uso.

Il resort prevede la realizzazione di un complesso turistico alberghiero-ricettivo costituito da 18 suite, ma c’è una parte che coinvolge anche ciò che resta della vecchia tonnara sulla terraferma. Sono previsti, inoltre, un ristorante d’eccellenza, nonché 110 stanze da letto, bar, ristoranti, centro benessere, piscine e solarium proprio dove ora si trovano i ruderi della vecchia tonnara di Capo Passero.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo