In tendenza

Portopalo, scatta l’ispezione della Regione al Comune: nominato un commissario ad acta

Rimarrà in carica per 60 giorni

Un accertamento ispettivo è scattato nei confronti del Comune di Portopalo da parte della Regione. Lo scorso 3 febbraio l’assessorato Autonomie locali e funzione pubblica ha nominato il funzionario Giovanni Cocco che si insedierà domani e per i prossimi 60 giorni sarà incaricato di verificare alcuni rilievi mossi dalla Regione all’ente municipale guidato dal sindaco, Gaetano Montoneri.

Nello specifico, il decreto di nomina riporta alcuni esposti presentati dal gruppo consiliare “Insieme” formato dai consiglieri Corrado Lentinello e Rachele Rocca con cui sono state segnalate irregolarità inerenti il mancato riscontro di richieste di accesso agli atti avanzate proprio da Rocca e Lentinelo, con particolare riferimento alla convocazione delle sedute consiliari, al mancato riscontro di interrogazioni da parte del sindaco, alla mancata presentazione delle relazioni annuali de primo cittadino. La Regione ha già chiesto più volte e sollecitato ill Comune ad una relazione sul contenuto degli esposti, ma mai sono stati presentati riscontri se non una nota del segretario generale che informa l’assessorato di avere sollecitato le figure istituzionali a produrre gli atti richiesti.

Una situazione molto grave che si sa come si inizia ma non si sa come finisce – hanno dichiarato Rocca e Lentinello – provvedimenti come questi non esistono in Sicilia: siamo stati commissariati per l’inutilità di questa amministrazione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo