Portopalo, Scrofano: “Massima fiducia al sindaco Montoneri”

Il presidente dell’aula di via Lucio Tasca smorza i toni della diatriba

Corrado Scrofano

Piena e indiscussa fiducia al sindaco: quella della mozione di sfiducia è una voce veicolata artatamente da qualcuno”. Corrado Scrofano, presidente dell’aula di via Lucio Tasca, ha raccolto l’appello del primo cittadino e rilanciato esprimendo fiducia reciproca a Montoneri. Il sindaco pochi giorni fa ha dato l’aut aut, nel tentativo di ricompattare una maggioranza sgretolatasi in meno di 2 anni, con un confronto diventato sempre più aspro sino alle “minacce” durante l’ultimo consiglio comunale. “Quello che è successo in aula – ha raccontato Scrofano – è frutto di una diatriba politica sfociata in nervosismo. Visto il clima, si è preferito sospendere la seduta e rinviarla. Spero che questi episodi non accadano più”.

Tra le invettive reciproche tra le due frange di maggioranza, quella dei 6 consiglieri di Prospettiva (Mary Lupo, Elisea Santocono, Giorgio Chiaramida, Paolo Giuliano, Paolo Campisi e lo stesso Scrofano) e l’altra di cui fanno parte Corrado Lentinello e Rachele Rocca, i due consiglieri-assessori fedelissimi al sindaco, è uscita fuori anche la polemica di una presunta volontà del presidente del consiglio comunale di “castrare” il dibattito. “Rispetto il mio ruolo – ha precisato Scrofano – che è quello di garantire il rispetto dei punti e l’ordine in aula. E sull’esiguo numero di consigli convocati, ricordo che sulla mia scrivania ci sono solo due proposte di delibera e durante l’emergenza sanitaria non tutti i consiglieri hanno dato la disponibilità alle sedute online. Ma non mi sono mai negato”.

Sulla vicenda strettamente politica, tutto fa presupporre che Prospettiva sia pronta al confronto. “Bisogna rimanere uniti per il paese – ha continuato Corrado Scrofano – serve aiutare la gente che ha molto bisogno di un consiglio e di una amministrazione compatti. Dunque concordo col sindaco, a cui diamo pieno sostegno. Sono certo che saprà risolvere la situazione e unire le due parti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo