In tendenza

Portopalo, si dimette il presidente del Consiglio Corrado Scrofano

In pole position per la successione Paolo Giuliano e Giorgio Chiaramida

Lo aveva già annunciato e le dimissioni sono arrivate oggi. Corrado Scrofano dopo 3 anni ha lasciato lo scranno più alto dell’aula consiliare di via Lucio Tasca.

L’entusiasmo – ha dichiarato Scrofano – che mi ha portato ad accettare il delicato compito conferitomi dai consiglieri comuna li mi ha sempre visto agire solo ed esclusivamente per il bene e per l’interesse della comunità, con coerenza ho lavorato sempre garantendo ogni rappresentante consiliare a prescindere dal gruppo politico di appartenenza. La mia fermezza e la mia voglia di fare squadra alcune volte mi hanno visto scontrare con chi magari non condivideva la mia stessa visione politica ma il tutto nel rispetto della dialettica politica, attraverso un confronto umano e mai scadendo oltre i limiti”.

Le dimissioni di Scrofano fanno parte degli accordi preelettorali del gruppo di maggioranza: da anni è tradizione che nel paese anche la massima carica dell’aula consiliare venga messa a rotazione durante il mandato di un sindaco. Così, avanti il prossimo.

In pole position per succedere a Scrofano, stando a indiscrezioni trapelate dal palazzo, ci sarebbero i consiglieri Paolo Giuliano e Giorgio Chiaramida. Ma nulla è escluso al momento. Quel che è certo è che le dimissioni di Scrofano aprono anche ad un nuovo esecutivo gli ordini del sindaco Gaetano Montoneri. La giunta tecnica nominata a novembre in piena crisi di maggioranza dal primo cittadino, infatti, è giunta al capolinea: nei prossimi giorni torneranno in sella i “politici”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo