Portopalo, strade provinciali disastrate: il sindaco Montoneri chiede interventi urgenti: “garantire la sicurezza”

Sotto la lente d’ingrandimento i problemi lungo le arterie che collegano Portopalo a Pachino, Marzamemi e a contrada Maucini

La provinciale Marzamemi-Portopalo

Un intervento incisivo e rapido per risolvere le gravi criticità delle principali strade provinciali del nostro territorio”. È il sindaco di Portopalo, Gaetano Montoneri, a scrivere al Libero consorzio di Siracusa, per segnalare le condizioni in cui versano le principali arterie provinciali della zona sud del Siracusano. “Quotidianamente – ha detto Montoneri – i nostri cittadini affrontano situazioni di grave disagio per raggiungere le abitazioni e il posto di lavoro. Non meno disagi per i turisti, che nel periodo estivo si riversano nel nostro territorio”.

Le strade più importanti per cui chiede interventi tempestivi il primo cittadino del paese marinaro sono quelle che collegano Portopalo a Marzamemi, Pachino e la contrada Maucini, e la strada che dalla stessa contrada porta in territorio pachinese. Le carreggiate si trovano da anni in condizioni di fatiscenti e mettono a repentaglio la sicurezza degli automobilisti e degli autotrasportatori, visto il numero elevato di aziende agricole presenti in quel preciso territorio e che utilizzano soprattutto la Maucini. Necessitano di diserbo, illuminazione, marciapiedi ma anche rifacimento del manto stradale che in alcuni punti risulta disconnesso e costantemente a rischio allagamento durante le piogge.

Anche a causa dell’ostruzione dei canali di gronda. Per le strade in questione esistono anche dei progetti di manutenzione annunciati da qualche tempo dall’amministrazione di via Roma a Siracusa, ma non ci sono notizie riguardo all’inizio dei lavori che, al momento sono stati avviati solo nella Cozzo flua – Scivolaneve. “Conosciamo il clima di disagio e di difficoltà in cui versa l’ente – ha spiegato il sindaco Montoneri – per cui esprimiamo massima solidarietà. Tuttavia abbiamo già inviato decine di richieste in cui segnaliamo la situazione di disagio e la necessità di interventi urgenti, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo