Street dance, l’hip hop di Gianluca Natalino e i Kawabonga conquista Riccione

Il 25enne con la crew ragusana ha vinto il contest 2020 della manifestazione “Mc Hip Hop”

I Kawabonga

Si chiamano “Kawabonga”, sono ballerini siciliani e hanno conquistato il primo posto nel Contest 2020 della manifestazione Mc Hip Hop nella categoria over A, svoltasi a Riccione dal 3 al 6 gennaio. E uno dei 6 componenti della crew hip hop è il pachinese Gianluca Natalino, 25 anni, ballerino e coreografo che da pochi mesi è entrato a far parte del gruppo. “Siamo felicissimi – ha raccontato l’esperienza Gianluca Natalino – perché l’Mc Hip Hop contest è l’evento nazionale per eccellenza della cultura hip hop, che ogni anno propone un cast di grande prestigio”.

Gianluca, assieme a Mattia Tumino, Samuele Buscema, Sofia Licitra, Luna Cannizzo e Majid Kdhiri, sono una crew di ballerini di età compresa tra i 17 e i 35 anni e fanno parte della scuola “Most of King dance studio” di Ragusa, diretta dallo stesso Majid Kdhiri che è anche coreografo dei Kawabonga. La scorsa settimana i ragazzi siciliani si sono esibiti tra oltre 2 mila 500 ballerini meritando un posto di rilievo nell’evento considerato tra i più importanti nel mondo dell’hip hop, che ispira, influenza e sdogana le nuove tendenze e in cui si danno appuntamento i migliori artisti della street dance, italiani e non. 

I Kawabonga si sono già distinti in diverse competizioni italiane e internazionali: l’anno scorso si sono classificati al primo posto all’ Hip hop international, rappresentando l’Italia ai mondiali di Phoenix negli Usa. Gianluca è un ballerino che si è fatto da solo: è partito da Pachino e ora, oltre a fare parte Kawabonga e degli Ublitz, insegna anche danza in diverse città tra le province di Ragusa e Siracusa. “Ho iniziato a ballare all’ età di 16 anni in una scuola a Pachino – ha continuato Gianluca Natalino – ma ho sempre studiato in giro per l’Italia, perché l’ hip hop purtroppo è una disciplina ancora poco conosciuta nella mia zona. La danza mi ha consentito di trovare il giusto equilibrio tra crescita psicologica e ricerca personale”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo