Pachino, pesca e acquacoltura: la Marzana presenta un’interrogazione per attivare incentivi sulle polizze assicurative

Nel 2004 è stato approvato un decreto legislativo che istituisce il fondo di solidarietà della pesca e dell'acquacoltura con l'intento di incentivare la stipula di polizze assicurative e offrire così un aiuto concreto alle aziende nei casi di calamità naturali

Pesca e acquacoltura, Il deputato nazionale del Movimento 5 Stelle, Maria Marzana ha presentato un’interrogazione per attivare incentivi sulle polizze assicurative per quanto riguarda la pesca e l’acquacoltura. “Ho depositato – afferma – un’interrogazione per chiedere al Ministro delle politiche agricole di elaborare con urgenza il Programma assicurativo annuale della pesca e dell’acquacoltura“.

Nel 2004 è stato approvato un decreto legislativo che istituisce il fondo di solidarietà della pesca e dell’acquacoltura con l’intento di incentivare la stipula di polizze assicurative e offrire così un aiuto concreto alle aziende nei casi di calamità naturali.  “Senza il Programma assicurativo annuale – ancora la deputata – lo Stato non può concedere i contributi sui premi assicurativi agli imprenditori ittici. I casi di eccezionali ondate di maltempo sono sempre più frequenti, l’ultima registrata nella nostra zona è quella dello scorso 24 febbraio che ha causato ingenti danni all’azienda Acqua Azzurra di Marzamemi. Finora però il comparto ittico, strategico per l’economia del nostro Paese, è rimasto da solo ad affrontare gli enormi danni provocati dalle avversità atmosferiche”.

Per questo per la Marzana è assolutamente necessario che il ministero dell’Agricoltura intervenga con urgenza per attivare gli strumenti che la normativa già prevede e garantire così la giusta tutela al comparto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo