Portopalo di Cp, la raccolta differenziata sfiora il 78%, ma spuntano mini discariche abusive e il Comune avvia una ricognizione

Disposto un intervento per l’area portuale per la sistemazione del sistema di video sorveglianza, predisposte due telecamere in contrada Pipitona e la chiusura del deposito temporaneo nell’area portuale

Nonostante una raccolta differenziata al 77,93%, in linea con gli standard regionali, nazionali ed europei, alcuni incivili continuano a rovinare il lavoro svolto gettando in maniera indiscriminata rifiuti in contrada Pipitona e nell’area Portuale fino a creare mini discariche abusive.

L’amministrazione comunale ha deciso di intervenire ripulendo le due aree e attraverso una ricognizione del centro urbano e delle contrade, per azzerare questa situazione di degrado igienico-sanitario.

È stato immediatamente disposto un altro intervento per l’area portuale per la sistemazione del sistema di video sorveglianza, richiamando in via urgente la ditta per una manutenzione straordinaria, celere e immediata, dell’impianto trovato distrutto. Predisposte due telecamere in contrada Pipitona e la chiusura del deposito temporaneo nell’area portuale, finché non sarà attivo il sistema di videosorveglianza e l’opposizione urgente delle tettoie per sistemare definitivamente la raccolta degli olii.

“Abbiamo messo in atto tutte le iniziative necessarie per porre immediatamente argine a questo fenomeno, ed abbiamo già dato mandato alla Ionica Ambiente&Ambiente Italia di organizzare una nuova campagna di sensibilizzazione ed una nuova distribuzione di volantini informativi, in particolare modo nelle scuole, nonché al Comando Polizia Municipale – le parole del sindaco Gaetano Montoneri – Stiamo predisponendo in via urgente il regolamento per l’istituzione delle Guardie ambientali volontarie. Arriveremo pronti alla prossima stagione estiva, ma dopo qualche mese di tranquillità, appuriamo con grande vergogna che è impensabile creare tutto questo, specialmente quando si vedono al Porto chitarre, armadi, divani, frigoriferi. Questo, è essere incivili”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo