In tendenza

Pachino, fermato su un ciclomotore con documenti non in regola, ma era rientrato clandestinamente in Italia: disposto il rimpatrio

Al termine dell’identificazione dell’uomo si acclarava che lo stesso era un cittadino tunisino di 45 anni, irregolare nel territorio dello Stato, rientrato clandestinamente e già arrestato per aver violato le norme sull’immigrazione

Immagine generica di repertorio

Agenti del Commissariato di Pachino, transitando in via Cavour, notavano un cittadino extracomunitario intendo a spingere un ciclomotore. A seguito di un rituale controllo sul mezzo si accertava che lo stesso risultava privo di targa, di regolare polizza assicurativa, di carta di circolazione e non era in regola con la revisione.

Pertanto, i componenti della Volante procedevano a sanzionare amministrativamente  lo straniero che era anche privo di documenti. Al termine dell’identificazione dell’uomo si acclarava che lo stesso era un cittadino tunisino di 45 anni, irregolare nel territorio dello Stato, rientrato clandestinamente e già arrestato per aver violato le norme sull’immigrazione. Infine, il tunisino è stato denunciato e accompagnato al C.P.R. di Caltanissetta per il successivo rimpatrio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo