In tendenza

Pachino, “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti al Cinema di Frontiera

Terza giornata della XX edizione del Festival che si concluderà domani

Nello Correale, David Coco, Aurelio Grimaldi e Gisella Calì

I conflitti delle donne raccontati dalla regista Michela Occhipinti sul palco del Cinema di Frontiera per la terza giornata di programmazione. Occhipinti presenterà il suo lungometraggio in concorso “Il corpo della sposa”, un film che descrive la pratica del “gavage”, a cui devono sottostare in Mauritania le donne in procinto di sposarsi, secondo cui la futura sposa deve ingrassare decine di chili per rispondere al canone estetico imposto dalla tradizione.

Protagonisti della seconda giornata sono stati il regista Aurelio Grimaldi e l’attore David Coco, che hanno presentato “Il delitto Mattarella”. Il regista, che ha presentato anche l’omonimo libro da cui è tratta la pellicola, ha parlato del suo “doppio amore” per il film e i libri, ed entrando nel merito dell’omicidio di Piersanti Mattarella, ha sottolineato che si parla “di fatti puri e aridi – ha detto Aurelio Grimaldi – che diventano giudizio politico”. Non viene risparmiata critica, da parte dell’autore, nei confronti dell’ex segretario del Pc, Enrico Berlinguer, che scelse di porre fine all’esperienza dei comunisti col governo regionale guidato da Mattarella. “Berlinguer – ha spiegato Grimaldi – non aveva capito cosa stava accadendo in Sicilia. E i comunisti siciliani cercarono di convincerlo a fare continuar quell’esperienza politica”.

Il programma di oggi aggiornato

In piazza Regina Margherita saranno proiettati alle 21il film in concorso “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti Italia 2020, 91’, presentato dalla regista e “Nour” di Maurizio Zaccaro, con Sergio Castellitto. Italia 2019, 91’. La pellicola “Nour” sarà presentata tramite una intervista video dall’autore del libro da cui è tratto il film, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo

In via Santa Chiara si aprirà alle 17,30 con l’incontro con gli autori. Agostino Ferrente, autore e regista di “Selfie”, presenta “Il cinema a modo mio”, alle 18 incontro con Ottavio Cappellani sull’ identità siciliana. Alle 19 Felice Cavallaro presenta “Sciascia l’eretico. Storia e profezie di un siciliano scomodo”, Solferino 2019.

Alle 21,30, sempre in via Santa Chiara, partirà il ConCorto. Una la proiezione fuori concorso: “Dis-play” di Tito Laurenti e Roberto Calabrese Italia 2020, 8’. I cortometraggi in concorso saranno “Roberto” di Carmen Còrdoba Gonzàlez, Spagna 2020, 10’, “Chedly” di Francesco Castellaneta  Italia 2019, 15’, “A quien dices amar” di Inés Pintor e Pablo Santidriàn, Spagna 2019, 12’ , “Amal” di Matteo Russo e Antonio Buscema, Italia 2020, 17’ , “Nosotros” di Silvia Pradas, Spagna 2020, 14’, “Schiavonea” di Natalino Zangaro, Italia 2019, 15’, “Polter” di Alvaro Vicario, Spagna 2019, 12’, “Anthropocene” di Michelle Kossler, Italia 2020, 15’ 

Per il Corto Focus Iran a cura di Babak Karimi “Muncher” di Navid Solati, Iran 2020, 19’ 

A Largo Balata, alle 21 l’incontro con gli artisti di Le Petit Bateau art collective in streaming da Sydney/ Australia “Marianne e Leonard” (Leonard Cohen) di Nick Broomfield Usa 2019, 97’  e a seguire sarà proiettato il film evento “Marzamemi al cinema”, un film di montaggio delle scene dei film girati a Marzamemi da Sud di Salvatores nel 1993 ad oggi (30’). A seguire “Mama Africa (Miriam Makeba)” di Mika Kaurismaki Sudafrica 2011, 90’  e “Temporary road” di G. Pollicelli e F. Tani, con Franco Battiato Italia 2013, 80’.

* Per le vigenti disposizioni anticovid l’accesso alle sale del Cinema di Frontiera sarà contingentato e sarà necessaria la prenotazione online dei posti sul sito www.cinefrontiera.it


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo