Pachino, lo scontro mortale: sequestrati veicoli e telefonini

Il corpo di Natale Passarello è stato trasportato all’obitorio di Noto in attesa dell’ispezione cadaverica

Sono stati sequestrati i veicoli coinvolti nell’incidente che ha spezzato la vita di Natale Passarello, 20 anni, deceduto ieri pomeriggio dopo un terrificante impatto in via Mascagni tra il suo scooter e un’autovettura. Sulla vicenda è stata avviata un’indagine da parte della Procura della Repubblica di Siracusa e il Pm, Tommaso Pagano, ha disposto il sequestro dei veicoli coinvolti nell’incidente: lo scooter SH125 a bordo di cui viaggiava la vittima e due Fiat “Doblò” rimasti coinvolti nello scontro mortale. In via precauzionale sono anche stati sequestrati i telefoni cellulari dei conducenti dei due “Doblò” coinvolti nell’incidente.

Ad occuparsi della ricostruzione della dinamica dell’incidente sono gli agenti della polizia municipale, che ieri pomeriggio hanno raccolto tutti gli elementi necessari per tentare di risalire alle cause dello scontro. Da una prima e non definitiva ricostruzione dei fatti pare che i due Fiat Doblò viaggiavano, uno dietro l’altro, in direzione Marzamemi e lo scooter SH125 su cui viaggiava il ventenne verso via Cavour. Per motivi ancora al vaglio degli inquirenti il conducente del primo veicolo avrebbe franato improvvisamente e sarebbe stato tamponato dall’autovettura che lo succedeva, finendo per travolgere lo scooter su cui viaggiava Natale Passarello. Pare, oltretutto, che il giovane stesse provando una manovra di sorpasso con lo scooter.

Dopo l’impatto violentissimo Natale è “volato” a dieci metri di distanza dal punto in cui i mezzi si scontrati, finendo contro l’asfalto. Inutile l’arrivo dei soccorsi: l’ambulanza del Pte di Rosolini è giunta dopo mezz’ora e quando è atterrato l’elisoccorso del Cannizzaro di Catania la vita del giovane era già stata spezzata. Il corpo privo di vita di Natale Passarello è stato trasportato ieri sera all’obitorio dell’ospedale “Trigona” di Noto, in cui sarà sottoposto all’ispezione cadaverica.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo