Pachino, Ognissanti e commemorazione defunti: ipotesi chiusura del cimitero

Ieri pomeriggio si è insediato un tavolo tecnico all’ufficio Protezione civile

L'incontro di ieri sul cimitero

L’1 e il 2 novembre il cimitero chiuso, mentre l’apertura sarà consentita da lunedì 26 ottobre a sabato 31 ottobre, tutto il giorno dalle 7,30 alle 17. Questa è l’ipotesi al vaglio della commissione straordinaria che regge l’ente comunale, a seguito delle più restrittive disposizioni anticovid del nuovo decreto.

Ieri pomeriggio il Sovraordinato Gianna Licitra ha incontrato il responsabile dell’ufficio Tecnico, Corrado Malandrino, la Protezione civile e le associazioni Croce Rossa, Misericordia e Marinai d’Italia, per analizzare la gestione del cimitero comunale alla luce della commemorazione dei defunti e di Ognissanti, giorni in cui il camposanto viene preso d’assalto dai visitatori.

La soluzione che al momento sembrerebbe avere preso piede è quella di una chiusura forzata nei giorni 1 e 2, per evitare assembramenti, e apertura per i sei giorni precedenti, in modo da consentire ai visitatori di far visita ai cari defunti nel rispetto del distanziamento sociale. Oltre al supporto necessario dei volontari, c’è già l’idea di dividere i 4 accessi del cimitero: 2 destinati all’ingresso (quelli a nord e ovest) e 2 all’uscita (quelli a sud e est).

Non solo, verranno coinvolte anche le parrocchie cittadine per prevedere delle messe dedicate ai defunti in tutto l’arco della settimana e spalmate in tutte le chiese, visto che la celebrazione tradizionale non si potrà certamente svolgere al cimitero.

Nei prossimi giorni la commissione comunale valuterà l’indicazione e deciderà il da farsi, a scanso di disposizioni regionali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo