Pachino, vendeva falso pomodoro Igp: ristoratore denunciato per tentata frode

I militari dell’Arma hanno accertato numerose violazioni in materia di rintracciabilità ed etichettatura

Dichiarava nel menu del proprio ristorante ingredienti a marchio protetto mai acquistati. Tra cui il pomodoro Pachino Igp. Un ristoratore è stato denunciato dai carabinieri del Comando per a tutela agroalimentare, nell’ambito di una operazione che ha coinvolto 17 aziende della filiera agroalimentare operanti sul territorio nazionale. I militari dell’Arma dei reparti di Torino, Parma, Roma, Salerno e Messina, hanno accertato numerose violazioni in materia di rintracciabilità ed etichettatura.

Sono stati sequestrati quasi 3, 5 tonnellate di prodotti (mangimi, miele e alimenti vari) ed il titolare di un ristorante è stato denunciato per tentata frode in commercio poiché dichiarava in menù ingredienti a marchio protetto, come prosciutto San Daniele Dop, Parmigiano Reggiano Dop, mozzarella di Bufala Campana Dop, pomodoro Pachino Igp, in realtà, stando a quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, mai acquistati dall’esercizio commerciale.

Sono scattate 10 sanzioni per un ammontare complessivo di 26 mila euro e i titolari di due aziende sono stati diffidati per pratiche sleali d’informazione sugli alimenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo