In tendenza

Spiraglia: “Pachino merita la bandiera blu, ma mancano ancora i servizi essenziali”

Per il candidato a sindaco il territorio necessita di acqua pubblica, rete fognaria nuova e depuratore adeguato

Il litorale di Pachino deve avere necessariamente la bandiera blu, ma siamo ancora all’anno zero riguardo ai servizi”. A dichiararlo è stato Alfredo Spiraglia, candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative che si svolgeranno in autunno.

Per ottenerla – ha continuato Spiraglia – servono: educazione ambientale, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza. Al momento mancano tre requisiti fondamentali per il rispetto del territorio e del nostro mare: un depuratore moderno e adeguato alla crescita esponenziale dell’offerta turistica, una rete fognante da riprogettare e l’acqua pubblica che raggiunga tutte le contrade del territorio”.

Per il candidato a sindaco la bandiera blu potrebbe essere uno strumento per incentivare il turismo e destagionalizzarlo. “Significherebbe – ha spiegato Alfred Spiraglia – più investimenti sul territorio e di conseguenza occupazione, lavoro. Ne sanno qualcosa la Spagna ed il Portogallo o la vicina Malta che da anni hanno allargato la loro offerta turistica”.
Secondo il candidato a sindaco di Pachino, il Recovery Found è un’opportunità per la crescita che non si può sprecare. Ma occorre la generosità di uomini e donne che dovranno amministrare la città e non i soliti noti, che oggi cercano di riciclarsi a qualsiasi costo non per il bene di Pachino, ma per il loro tornaconto”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo